Ultime dal Blog ACP

Leggi altro »

A colpo d'occhio



Rubrica a cura di Enrico Valletta * e Normann Copenhagen Accappatoio Donna Blu marino
*


Muovi la rotella del mouse sull'immagine per fare lo zoom.

Ecocardiogramma fetale: masse iperecogene intraventricolari.  Quale diagnosi probabile?

Prova ancora scegliendo un'altra risposta.


Giusto!

Sclerosi tuberosa
Il riscontro di rabdomiomi cardiaci in epoca prenatale si associa a sclerosi tuberosa (ST) fino nel 50% dei casi. La ST è malattia autosomica dominante (prevalenza 1/6.000-10.000 nati vivi) che può manifestarsi con convulsioni, ritardo mentale, lesioni cutanee, amartomi a livello cardiaco, encefalico (Figura 1) , oculare e renale. La mutazione dei geni TSC1 (amartina) e TSC2 (tuberina) ne causa l’inattivazione con la conseguente upregolazione del gene mTOR (rapamicina) che determina la proliferazione cellulare e la crescita dei rabdomiomi. I rabdomiomi possono regredire spontaneamente, ma quando sono molto voluminosi è possibile il trattamento con everolimus che, come nel nostro caso, può accelerare la regressione delle lesioni intracardiache.

Figura 1
Minzhi Felpa con cappuccio da donna Felpa con cappuccio con cappuccio Felpa con cappuccio a maniche lunghe Felpa con cappuccio sciolto Autunno primavera Nero

 

Bibliografia
– Zhou QC, Fan P, Peng QH, Zhang M, et al. Prenatal echocardiographic differential diagnosis of fetal cardiac tumors. Ultrasound Obstet Gynecol 2004;23:165-71.
– Isaacs H. Perinatal (fetal and neonatal) tuberous sclerosis: a review. Am J Perinatol 200926:755-60.
– Curatolo P, Moavero R. mTOR inhibitors in tuberous sclerosis complex. Curr Neuropharmacol 2012;10:404-15..
– Aw F, Goyer I, Raboisson MJ, et al. Accelerated cardiac rhabdomyoma regression with everolimus in infants with tuberous sclerosis complex. Pediatr Cardiol 2017;38:394-400.


(Contributo di Giuseppe Pagano, TIN, AOUI, Verona)